Il nostro nuovo software per modellare in 3D con il coding

Grazie alla sostenibilità economica garantita dai laboratori didattici, il team di Hi-Storia può lavorare sullo sviluppo di software (gratuiti, open source, senza pubblicità e senza profilazione degli utenti) rivolti a docenti, studenti e innovatori sociali. Vi mostriamo in anteprima il nostro software per realizzare modelli 3D attraverso il coding.

Code and Print: programmi, modelli e stampi in 3D!

Il programma

Code and Print è un software cloud per la modellazione 3D attraverso la programmazione a blocchi ed è disponibile nella sezione Tools del nostro sito, all’URL https://www.hi-storia.it/code-and-print/. Chi già conosce software come Scratch o Snap!, troverà molte similitudini con Code and Print. Rispetto a Scratch, la programmazione non è finalizzata a creare applicazioni web interattive con cui animare testi, immagini e audio.

Code and Print nasce come localizzazione in italiano di BlocksCAD, software sviluppato da Einsten Workshop e basato sulla libreria javascript Blockly realizzata da Google. Rispetto a BlocksCAD, stiamo sviluppando funzionalità specifiche per lo studio della storia dell’arte, nonché una semplificazione dell’interfaccia grafica. Al pari di BlocksCAD, Code and Print è utilizzabile già dalle scuole primarie.

Con Code and Print invece puoi realizzare e modificare figure piane e solidi, applicare trasformazioni e operazioni logiche sui solidi, con la possibilità di generare un file STL che sarà possibile produrre fisicamente con stampanti 3D ed altri strumenti di fabbricazione digitale.

Come funziona

La modalità di realizzazione dei solidi avviene in un’area di programmazione in cui vengono trascinate le istruzioni, rappresentati da blocchi colorati che possono essere combinati tra di loro.
Maggiori informazioni sull’uso di Code and Print saranno disponibili nella sezione EDU del sito di Hi-Storia.

Programmazione, geometria, matematica, storia dell’arte e tecnica, in un solo software.

Il software Code and Print (come il suo genitore BlocksCAD) è pensato per ampliare i contesti applicativi del coding, lavorando sulla realizzazione di solidi e artefatti materiali partendo proprio dalla logica computazionale intrinseca nella programmazione a blocchi.

Cosa possiamo usare:

  • funzioni logiche
  • variabili
  • loop
  • cicli condizionali

Per programmare è sufficiente trascinare nello spazio di lavoro i blocchi rappresentanti le operazioni che vogliamo effettuare e rappresentare.

Coding per tutte le età: come scegliere le funzioni

Code and Print è anche un modo per fare coding a scuola, tenendo presente che non tutte le funzioni possono essere trattate già dalla primaria. Di seguito mostriamo un elenco dei concetti di coding riferiti ai diversi ordini e gradi scolastici, tratto da un documento operativo sviluppato dal Prof. Bogliolo dell’Università di Urbino.

  • MODULO 1: scuola dell’infanzia e primi due anni della primaria
  • MODULO 2: ultimi tre anni della scuola primaria
  • MODULO 3: secondaria di primo grado
  • MODULO 4: secondaria di secondo grado

Crediti scheda: Università degli Studi di Urbino, tratto da “Spunti per lo sviluppo di moduli per l’introduzione del pensiero computazionale nell’ambito dei progetti elaborati dalle scuole in risposta ai bandi PON”

Oltre al pensiero computazionale, con Code and Print trattiamo tre discipline strettamente connesse: geometria, matematica e arte! Alcune figure solide, infatti, possono essere realizzate attraverso una sottrazione di un solido, andando ad effettuare una vera e propria operazione tra insiemi. In altri casi possiamo utilizzare dei loop e realizzare, ad esempio, le merlature di un castello.
Per gli studenti del secondo ciclo, possiamo mostrare come un arco o un rosone sono i risultati di operazioni trigonometriche.

Infine con Code and Print lavoriamo sul disegno tecnico, apprendendo cosa significa modellare in 3D, cos’è un rendering e come funziona un piano ortogonale, fino ad introdurre alla modellazione parametrica e procedurale tramite linguaggio OPENSCAD.

Modellare solidi complessi già nel primo ciclo d’istruzione

Oltre allo sviluppo delle competenze, il valore aggiunto di Code and Print è legato alla possibilità di sviluppare figure complesse già con allieve e allievi di scuole primarie e secondarie di primo grado. Difatti i software utilizzati nel primo ciclo di istruzione (Tinkercad e Sugarcad su tutti) presentano funzioni limitate che non permettono lo sviluppo di disegni complessi. Sono limitazioni ponderate, inserite a vantaggio dell’usabilità da parte degli studenti più piccoli.
Con Code and Print potremo utilizzare le trasformazioni e i loop per creare muri in mattoni o rosoni da caricare su Sugarcad o Tinkercad. Allo stesso tempo è possibile caricare su Code and Print dei file STL creati con Tinkercad e Sugarcad, per effettuare operazioni più elaborate da quelle permesse nei CAD ed ottenere risultati complessi.

Sviluppi futuri

Allo stato attuale Code and Print è una versione ottimizzata di BlocksCAD, ma il nostro obiettivo è integrare, all’interno dell’interfaccia, funzionalità per potenziare l’apprendimento di concetti di storia dell’arte. Realizzando particolari figure solide, relative ad elementi architettonici, sarà possibile ascoltare delle tracce audio di spiegazione, e “mappare” sul proprio territorio le corrispondenze degli elementi architettonici disegnati.

Ci piacerebbe lasciare intatta tutta la struttura dei blocchi ereditata da BlockCAD, lavorare con le API della piattaforma di BlockCAD per permettere un upload dei progetti direttamente sull’ottima piattaforma di BlockCAD, così da arricchire il database di progetti realizzati con il software di Einsten Workshop.

Troverete i codici della piattaforma sull’account Github di Hi-Storia, mentre se volete già cimentarvi con la piattaforma, la troverete su https://www.hi-storia.it/code-and-print/.

Buon coding e modellazione 3D!