Le attività di Hi-Storia Nizza con il Co.ALCIt.

Vi raccontiamo una delle attività a cui siamo maggiormente affezionati, nata questa primavera e tuttora attiva: Hi-Storia Nizza, primo percorso didattico di Hi-Storia fuori dai confini nazionali. Hi-Storia Nizza è organizzato dal Co.A.L.C.It. , il Comitato per le Attività Linguistiche e Culturali Italiane, associazione finalizzata alla promozione linguistico-culturale soprattutto tramite corsi di lingua e cultura italiana nelle istituzioni scolastiche locali. La prima attività di Hi-Storia Nizza ha visto coinvolti studenti di una classe del Collège International Joseph Vernier (istituto scolastico di grado equivalente alle “nostre” scuole secondarie di primo grado) nella realizzazione di un dispositivo tattile interattivo sul Trofeo delle Alpi, imponente monumento eretto dall’Impero romano negli anni 7-6 a.C. in onore dell’imperatore Augusto, situato nella vicina città di La Turbie.

Vista di La Turbie con il Trofeo di Augusto e la sottostante chiesa di San Michele. Credit: Berthold Werner per Wikipedia.it

Il Co.ALCIt non ha solo adottato e finanziato il progetto, ma si è anche occupato di organizzare le attività di Hi-Storia Nizza, in particolare nella figura della Presidente, Marianna Giuliante, che ha lavorato con efficacia e grande disponibilità all’attuazione dell’intero percorso, con una costante attività di coordinamento che è arrivata a generare una vera e propria piccola comunità che sta lavorando al progetto in maniera continuativa.

Attività propedeutiche

Il modulo didattico nizzardo ci ha visti sul campo per soli 5 giornate in aula, con attività laboratoriali intensive nel capoluogo delle Alpi Marittime; pertanto è stato essenziale il lavoro propedeutico svolto dai docenti del Collège Vernier nella preparazione degli studenti.
Gli studenti sono stati seguiti dalla Prof.ssa Milena Agnone, docente di lingua e cultura italiana, per la parte di studio del monumento, ricerca bibliografica, elaborazione di una bozza di contenuti e visita guidata al monumento.

Prof.ssa Agnone, due studentesse del Vernier e Stefano di Hi-Storia

Con il Prof. Mohamed Zadoud, docente di tecnologia, gli studenti hanno sviluppato le competenze di base nel software di modellazione 3D Sketchup, ed hanno iniziato a lavorare sul disegno 3D del Trofeo di Augusto. Hanno inoltre collaborato la Prof.ssa Chevillot per i testi in francese e il Prof. Savoca di storia e geografia per il supporto alla ricerca bibliografica.

La settimana di attività laboratoriale

Durante la prima settimana di marzo i nostri Emanuela e Stefano hanno supportato una classe de 5ème (equivalente II media italiana) option langue italienne (lingua italiana come lingua straniera) nella realizzazione del dispositivo tattile e dei contenuti.
Tra disegni su Sketchup e tecniche di scrittura creativa, registrazioni con Audacity e codici di Arduino, stampanti 3D e storia del territorio, gli studenti sono arrivati alla produzione di un prototipo in scala ridotta del dispositivo tattile rappresentante il Trofeo di Augusto!
Oltre all’ottima predisposizione per gli strumenti digitali proposti, all’impegno e alla serietà degli studenti, siamo rimasti stupiti dal livello di padronanza della lingua italiana, a monte di giusto 1 anno e mezzo di studio. Bravi! Provare per credere: potete ascoltare Amir, Cléo e Paul che ci presentano il prototipo.

Nonostante il poco tempo, è stata significativa l’organizzazione dell’evento finale di presentazione, organizzato da Marianna del Co.ALCIt. , che ha visto la partecipazione di Jacques Remond di Solidarsport, Claude Garrandes dell’associazione dei non vedenti ARRIMAGE di Nizza, rappresentanti dell’OGCN Escrime e di Association Valentin Hauy, e del dirigente scolastico Michel Maffoni.

Momento di socializzazione finale, con membri di Arrimage e V. Hauy seguiti da studenti e tutor

Durante l’evento finale, gli studenti hanno guidato membri non-vedenti e ipovedenti delle associazioni Arrimage e Valentin Hauy all’utilizzo del dispositivo tattile.

Attività collaterali

Parallelamente alle attività di progettazione del dispositivo tattile con gli studenti del Vernier, durante la settimana abbiamo coinvolto tanti piccoli progettisti nell’attività del Grand Tour d’Italie. L’attività ha coinvolto alcune scuole primarie della città, come la ècole primaire Digue de Français 1, la ècole primaire Digue de Français 2, la ecole élémentaire Papon.

I bambini, affiancati da Emanuela e dalla tutor del Coalcit Maestra Maria, hanno realizzato con carta e penna 3D delle cartoline con alcuni dei principali monumenti italiani, ripercorrendo le orme di Goethe nei suoi tour nel Belpaese. L’attività è stata finalizzata alla disseminazione della cultura italiana e del progetto di Hi-Storia Nizza.

Attività di continuità

Una delle fasi più delicate e complesse dei nostri percorsi è quella che riguarda le follow-up actions, tutte quelle attività che seguono l’intervento di Hi-Storia e che rendono significativo e continuativo il progetto stesso. Una fase che vede il team di Hi-Storia coinvolto solo marginalmente, e che fa emergere competenze e impegno delle organizzazioni partner.
E possiamo felicemente dire che per il progetto di Nizza le attività di continuità sono proficue e consistenti. Grazie all’organizzazione del Co.ALCIt. e il coinvolgimento proattivo dei soggetti sul territorio (docenti, studenti e associazioni), sono state già effettuate diverse azioni: attività in classe per il miglioramento dei contenuti (in particolare in lingua francese); una riproduzione in scala aumentata del dispositivo tattile sviluppato durante la settimana di lavori; incontri con studenti non vedenti di altri istituti scolastici e con rappresentanti istituzionali.

i ragazzi della 5ème e la Prof.ssa Agnone incontrano gli allievi non vedenti del Collegè Port Lympia

Inoltre il progetto parteciperà al XVe Prix de la Citoyenneté, promosso da Solidarsport, che si svolgera’ sull’isola Saint-Honorat  a giugno. Durante il premio, il progetto sarà presentato ad associazioni che si occupano di disabilità visive nella prima e seconda infanzia, e testato da bambini non vedenti. Infine, il Co.ALCIt. ha avviato incontri preliminari per individuare una sede espositiva aperta al pubblico, per dare la possibilità a chiunque di fruire del dispositivo. Insomma, non si poteva chiedere di meglio!

Questo progetto ci ha fatto iniziare a toccare con mano un sistema scolastico diverso di quello italiano, con la possibilità di osservare le peculiarità sia sistemiche che nei dettagli, e pensare come riportare in Italia alcune delle cose ci sono maggiormente piaciute.
Inoltre abbiamo apprezzato l’aver avuto la possibilità di lavorare soprattutto con scuole di periferie.

Vi lasciamo con il prossimo appuntamento, il XIIe Prix de la Citoyenneté Sur l’ile Saint-Honorat, che potrete seguire il 6 giugno tra le stories della nostra pagina Facebook.

Approfondimenti

Coalcit: http://www.coalcit.org/
Collège Vernier http://collegevernier.fr/
Associazione Solidarsport https://www.solidarsport.fr
Associazione Arrimage, ente che tutela rappresentanza e interessi morali e materiali dei non vedenti http://www.arrimage.net/fr/
Associazione Valentin Haüy, ente di Nizza che tutela rappresentanza e interessi morali e materiali dei non vedenti http://nice.avh.asso.fr/

🙂