[special_heading title=”Finanziare gli hi-Storia labs” subtitle=”Esistono diversi canali attraverso cui attingere alle risorse finanziarie per l’acquisto dei materiali e l’eventuale coinvolgimento di esperti esterni nelle attività di formazione allievi o docenti.” animated=”yes” margin_bottom=”30″]

Fondi alternanza Scuola-lavoro

Art 17 DM 435/15
Il primo finanziamento previsto dall’ex Legge 440 è finalizzato alle attività progettuali e verrà erogato in due fasi, una mediante acconto del 50% della risorsa prevista e l’altra a titolo di saldo previa rendicontazione, vistata dall’organo di controllo dell’istituzione scolastica. Gli avvisi di assegnazione, riferiti a tale finanziamento, sono stati trasmessi alle istituzioni scolastiche coinvolte con le note prot. nn. 2402 e 2403 del 19 febbraio 2016, relative a finanziamenti rispettivamente per le classi terze e per le classi quarte e quinte.
Il suddetto Decreto n. 435/2015 stanzia per i percorsi di Alternanza scuola-lavoro la somma di euro 19.000.000,00, così ripartita:

euro 6.000.000,00 per i percorsi di istruzione professionale;
euro 11.000.000.,00 per i percorsi di istruzione tecnica;
euro 1.900.000,00 per i percorsi di istruzione liceale;
euro 100.000,00 per le misure nazionali di sistema, relativi a interventi di governance, comunicazione e diffusione delle attività di alternanza.

Art 1.39 L 107/15
Il secondo finanziamento è finalizzato alle classi terze, quarte e quinte, tenendo conto della differente durata complessiva dei percorsi di alternanza negli istituti tecnici e professionali (400 ore) e nei licei (200 ore). Tale finanziamento, a differenza del DM 435/15, non sarà soggetto a rendicontazione ed è stato assegnato ed erogato con le stesse modalità del fondo di funzionamento amministrativo e didattico suddiviso in 8/12 (assegnati e contestualmente erogati con nota prot. n. 1349 del 3 febbraio 2016) e 4/12 che verranno assegnati ed erogati a settembre, all’inizio dell’anno scolastico.

Art 3 DD 761/14
Questi fondi sono distribuiti su base regionale per progetti innovativi di alternanza scuola-lavoro. Maggiori informazioni su http://www.istruzione.it/allegati/2014/Decreto761.pdf

Fondi privati

Crowdfunding

Il crowdfunding (dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) è un sistema di finanziamento collettivo, basato sul fatto che più persone contribuiscono con somme di denaro di varia entità a un progetto o a un’iniziativa di cui si fanno sostenitori. Il crowdfunding è caratterizzato dalla presenza di piattaforme online tramite cui effettuare la comunicazione dell’idea da finanziare e la raccolta fondi.
Nello specifico della scuola, esistono due piattaforme in Italia che si occupano di microfinanziamento rivolto ai progetti di istituti scolastici:

  • Fastup School, ospitata all’interno della piattaforma di crowdfunding “Eppela”.
    https://www.eppela.com/it/mentors/fastweb. Questo progetto è rivolto solo a progetti presentati da istituti scolastici o classi; la caratteristica principale è che basta raggiungere il 50% del budget per ricevere il finanziamento totale, grazie al supporto dell’Internet provider che sponsorizza l’iniziativa;
  • WithYouWeDo 4 School, contenuto all’interno della piattaforma di Crowdfunding “WithYouWeDo, finanzia per il 20% i progetti che seguono i template definiti dalla piattaforma https://withyouwedo.telecomitalia.com/section/4school/scopri-iniziativa ;
  • Schoolraising, prima piattaforma italiana ad occuparsi di crowdfunding per istituti scolastici.
    https://schoolraising.it/

Pubblicità

Per finanziare la realizzazione dei dispositivi in assenza di altri canali finanziari disponibili, possono essere previste inserzioni pubblicitarie: all’interno dei software di hi-Storia è infatti presente un sistema di mappatura + notifiche che segnalano la presenza di punti di interesse, come attività turistiche o commerciali. L’utente, dopo aver ascoltato le nostre audioguide, riceve indicazioni del tipo “dove puoi mangiare”, “dove puoi dormire”, etc.
Inoltre il layout del player delle audioguide su smartphone e totem, così come le schede presenti nella piattaforma web, ha uno spazio in rilievo destinato ad un banner pubblicitario di uno sponsor. Per questo tipo di pubblicità è possibile prevedere sia un canone mensile, sia un sistema “pay per click/view”.
Infine è possibile pensare ad annunci pubblicitari inseriti all’interno delle tracce audio, sul modello radiofonico o di app contemporanee come Spotify.

Donazioni

Infine non va dimenticata la possibilità di ottenere libere donazioni da privati, sia imprese che singoli cittadini. Durante il 2016 e il 2017, chi effettuerà una donazione finanziaria ad una scuola potrà beneficiare di un bonus fiscale: infatti la legge 107/2015 ha introdotto il bonus scuola (SchoolBonus), un credito d’imposta del 65% (50% nel 2017) spettante a chi effettua donazioni ed erogazioni liberali agli istituti scolastici. L’agevolazione fiscale viene fruita in tre quote annuali di pari importo.

Bisogna inoltre tener conto che queste detrazioni possono essere inserite anche all’interno dei precedenti canali (crowdfunding e banner sul sito).
Maggiori informazioni su http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ministero/cs300516bis

Schermata dell'applicazione e demo di banner pubblicitario
Schermata dell’applicazione e demo di banner pubblicitario