Condivisione della conoscenza

In questa sezione troverai una serie di risorse di vario tipo: contenuti, guide, tutorial, software, files. Tutto il materiale presente nel progetto Edu è rilasciato con licenze open-source. L’open-source è un movimento che mira all’uso di licenze con cui i detentori dei diritti di uno strumento ne favorisce la modifica, lo studio, il riutilizzo e la redistribuzione. L’approccio aperto favorisce la creatività e la collaborazione, e democratizza gli strumenti digitali abbattendo le barriere in ingresso.

Il progetto Edu è sostenuto dal team di Hi-Storia, da Istituti scolastici, Musei, Università, Associazioni, studenti, docenti e professionisti che collaborano con Hi-Storia.

Rilasciando contenuti e software libero vogliamo dare il nostro contributo ad una maggior apertura, libertà e condivisione dell’infosfera.

Conoscenze libere e infosfera

Per Evgenij Morozov una delle criticità della websfera contemporanea è la presenza di giganti della Rete in posizioni di quasi-monopolisti. Come feudatari, controllano le strade digitali e impongono un pedaggio in termini di dati e privacy. La situazione può essere ribaltata acquistando il controllo delle infrastrutture. Se la statalizzazione dell’infrastruttura tecnologica è una strada pericolosa e probabilmente inefficiente, l’approccio open-source permette di democratizzare l’infrastruttura senza imbrigliarla con burocrazia e clientelismo. Non è facile pensare all’open-source come paradigma culturale di massa, in una società dove l’equilibrio tra proprietà privata della conoscenza e libera fruizione del sapere è sbilanciata verso la prima. Ma alcuni cambiamenti che fanno da contrappeso sono in atto, anche dovute al fallimento della conoscenza privata di fronte ad alcune sfide contemporanee.

Ciao

Siamo Emanuela e Stefano, i fondatori del progetto Hi-Storia.

Con Hi-Storia abbiamo progettato e realizzato attività didattiche per centinaia di scuole e musei in tutta Europa. I contenuti sono il nostro lavoro, ciò che ci permette di vivere e portare avanti un progetto che amiamo.

Nonostante questo, tutti i prodotti del nostro lavoro, sia contenutistici che software, sono rilasciati con licenze aperte. E abbiamo “liberato” l’intero processo didattico, rendendo disponibile la documentazione sulle nostre attività fino a creare corsi aperti e gratuiti sui nostri processi didattici. Tutti questi elementi rappresentano il capitale in una visione tradizionale di organizzazione/azienda. Noi spostiamo il capitale di organizzazione verso le nostre competenze, esperienze e crescita personale. Crediamo nella democratizzazione della tecnologia, e vogliamo abbattere le barriere in ingresso anche verso chi vuole partecipare e lavorare con quanto abbiamo ideato e sviluppato. Grazie a questo approccio aperto e partecipativo abbiamo modo di collaborare con centinaia di professionisti di grande spessore, sia nell'ambito di scuole, musei ed altre organizzazioni, che esperti di didattica che hanno attuato attività di Hi-Storia

Vogliamo che l’open-source possa essere una filosofia economica per il XXI secolo. La sfida potrà essere vinta tramite la pratica personale. Rafforzando l’esistente e ampliando gli ambiti di applicazione dell’approccio aperto e collaborativo.

“Se la tecnologia fosse stata proprietaria e sotto il mio totale controllo, probabilmente non sarebbe decollata. La decisione di rendere il web un sistema aperto fu necessaria per renderlo universale. Non puoi proporre qualcosa come uno spazio universale e al tempo stesso mantenere il controllo su di esso.”

Tim Berners-Lee

Vuoi conoscere il progetto Hi-Storia?

Visita la nostra homepage per scoprire di più sul nostro progetto, su scuole e musei che seguiamo e sui nostri valori