Hi-Storia è un framework didattico flessibile e modulare, in cui è possibile personalizzare le attività didattiche in base al curriculum degli studenti e alle decisioni prese in fase di progettazione. Per semplificare la progettazione partiamo da un percorso di base da cui declinare il proprio progetto. In questa pagina sarà approfondita l’ultima fase del percorso di Hi-Storia, quella della programmazione dell’hardware che rende “tattile” la stampa 3D prodotta in classe.

Il percorso completo di Hi-Storia è disponibile su https://www.hi-storia.it/percorso-didattico/

Gli allievi effettuano uno studio approfondito del bene culturale selezionato, raccogliendo informazioni storiche, piante e alzati, dati statistici, interviste, realizzano i testi descrittivi da utilizzare nell’audioguida e registrano le tracce audio mediante l’utilizzo di software specifici. Verranno prodotte descrizioni puntuali sull’architettura, sulle diverse destinazioni d’uso degli edifici, sull’arte e sugli eventi storici, fino ad aspetti sociali come l’istruzione, i mestieri, il ruolo della donna, l’economia, le armi e la guerra. Ma si potranno progettare anche testi narrativi utilizzando tecniche di storytelling, per creare una vera e propria storia interattiva che tratterà gli elementi toccati. Gli allievi acquisiranno rudimenti di tiflologia per comprendere come strutturare testi che permettano ai non vedenti di ricevere informazioni chiare e non equivocabili sugli elementi che stanno toccando. In questa fase sarà possibile collaborare con membri di Associazioni ed Enti che si occupano di disabilità visive, per stimolare un maggior contatto empatico tra la classe e i destinatari e rafforzare la validità del lavoro che si sta effettuando, ma anche per raccogliere riscontri sull’accessibilità e usabilità.
Nella fase di realizzazione di contenuti sono previste collaborazioni con Associazioni che si occupano di valorizzazione e tutela del patrimonio artistico, paesaggistico e archeologico, ed è consigliabile l’organizzazione di una o più visite guidate del bene culturale selezionato. I testi possono essere tradotti e speakerati in più lingue.